Le mie opinioni espresse cosi come mi vengo se vi va le leggete se no ... no.

My ideas and consideration(s) if care read them if not I don't care.

Christmas is coming, and as usual people start to think at it ...

but it is all wrong all wrong ...

It happen to me to listen another time the song below and once more I love it.

images

Dolly del mare profondo, figlia di minatori,
si leva le scarpe e cammina sull'erba
insieme al figlio del figlio dei fiori.
E fanno la solita strada fino al cadavere del grillo,
la luna impaurita li guarda passare
e le stelle sono punte di spillo.
E mentre le lancette camminano
i due si dividono il fungo e intanto mangiando
ingannano il tempo ma non dovranno ingannarlo a lungo.
Infatti arriva Babbo Natale,
carico di ferro e carbone,
il figlio del figlio dei fiori lo uccide
con un coltello e con un bastone.
E Dolly gli pulisce le mani con una fetta di pane,
le nuvole passano dietro la luna
e da lontano sta abbaiando un cane.
E la neve comincia a cadere,
la neve che cadeva sul prato
e in pochi minuti si sparse la voce
che Babbo Natale era stato ammazzato.
Così Dolly del mare profondo
e il figlio del figlio dei fiori si danno la mano
e ritornano a casa, tornano a casa dai genitori.

Dolly of deep sea, daughter of miners,
rises shoes and walk on the grass
together with the son of the flower child.
Walking by the usual way to the cricket's deadbody,
the scared moon is watching them go
and stars are pinholes.
And while time pass by
the two share the mushroom and eat it
deceive the time, but will not have to trick him for long.
In fact comes Santa Claus,
bringing iron and coal,
the son of the flower child kills him
with a knife and a stick.
And Dolly clean his hands with a slice of bread,
the clouds pass behind the moon
and in the distance a dog is barking.
The snow begins to fall,
the snow falling on the lawn
and in a few minutes, word spread
that Santa had been killed.
So Dolly of deep sea
and the son of the son of the flowers go hand in hand
and return home, back home from parents.

Translation was done using google I don't have the time to do it ...

if you don't catch it well learn Italian.



Berlusconi è andato via, queste sono illusioni.

cappuc3

Di Berlusconi ce ne sono 100 1000 10.000, ce ne sono tanti quanti sono le persone che occupano, o dovrei dire usurpano, una poltrona in Parlamento.

Le recenti manifestazioni di gioia avvenute fuori dai palazzi, i cortei le feste i balli indicanti, ricordano o dovrebbero portarci alla mente, scene viste dopo la conquista della libertà.

Scene che siamo normalmente abituati a vedere in televisione in quelli che si definiscono paesi in via di sviluppo,

o che sono sotto un governo di tipo monocratico.

Certo risultano estremamente strane in un paese dove in teoria vige una Repubblica, dove il governo si dice eletto dal popolo, non si capisce quindi che cosa il popolo abbia da gioire a riscontrare che il suo governo non è in grado di fare il volere popolare o il bene del proprio paese.

Si capisce ancora meno, cosa abbiano da gioire i vari rappresentanti delle opposizioni o delle fazioni non allineate.

Se il governo è al momento in crisi, se Silvio Berlusconi oggi non è più presidente del consiglio, non è grazie ai signori della sinistra, non è grazie a persone come Casini o Fini, ne tanto meno grazie a schieramenti come l'Italia dei valori.

Quello che ha fatto rimuovere il presidente del consiglio è stata la volontà di mercati/stati che di fatto controllano l'economia italiana.

Non dobbiamo quindi rallegrarci, dobbiamo essere estremamente preoccupati del fatto che altri sono usciti là dove un popolo non è riuscito.

Questo dovrebbe essere un altro campanello d'allarme se ce ne fosse bisogno, del fatto che prima di ogni altra cosa dobbiamo imporre la revisione della legge elettorale per garantirci una rappresentanza governativa realmente eletta dal popolo e dal popolo controllata.

Lo stato attuale di cose garantisce invece che chiunque vada potere non non possa essere rimosso se non in casi estremi come quello nel quale si trova l'Italia al momento.

Non è con l'avvento di individui anche meritevoli come Monti, che possiamo pensare di risolvere una situazione che si è creata in anni anni e anni di malcostume, ti rapporti privilegiati, di interessi personali, di oppressione culturale e di totale mancanza di attenzione alla crescita ed alla formazione alle nuove generazioni. L'Italia oggi è un paese colonizzato, controllato da altri, l'Italia può riprendersi solo ed unicamente se il popolo italiano si riprende quello che suo di diritto, il proprio paese.

l'italiano deve alzare la testa non per festeggiare la caduta di Berlusconi, ne tanto meno per sostenere Berlusconi o chi lo affianca. L'Italiano oggi deve prendere consapevolezza di se stesso, deve mandare a casa una volta per tutte l'intera classe politica, e gran parte della corrente imprenditoria per poter poi ricostruire un sistema repubblicano produttivo e competitivo.

Il termine RIVOLUZIONE suona sempre molto forte, quando detto da noi in Europa ed in Italia in paricolare.

Ma La rivoluzione (dal tardo latino revolutio, -onis, rivolgimento) è un mutamento improvviso e profondo che comporta la rottura di un modello precedente e il sorgere di un nuovo modello.

O piu in particlorare: "La rivoluzione in politica è un radicale cambiamento nella forma di governo di un paese, comportando spesso trasformazioni profonde di tutta la struttura sociale, economica e politica di un sistema, al sorgere di un nuovo tipo di cultura politico-sociale.

Le rivoluzioni comportano spesso azioni violente, anche se esistono le cosiddette 'rivoluzioni nonviolente'. Possono essere associate ad un colpo di stato che cambi in maniera netta il governo."

A tutto questo l'Italia deve aggiungere una Rivoluzione del mercato e del vedere se stessa nell'ambito internazioale.

Ricordate che NON esiste solo il mercato Europeo, NON esitono solo gli USA, NON esiste solo un modello di commercio e di "produzione".

I paesi che stanno realmente emergendo, si sono PESANTEMENTE staccati da quello che era un tempo il modello vincente, ovvero quello USA.

Paesi come Argentina, Brasile, India, Cina ed altri paesi asiatici, se ne fregano degli Stati Uniti.

O meglio, SE NE FREGHEREBBERO se gli USA non fossero quello che sono, ovvero un paese arrogante, ignorante, e disperato, sopratutto DISPERATO, cosi disperato da cercare di mantenere il controllo in modo palesemenente invadente e oppressivo. Ovunque gli USA possono avere interessi, gli USA hanno il diritto di intervenire, anche con le armi. Per dirla chiara un "New Deal" Roosveltiano allargato al globo intero, ed a quel paese la liberta degli stati.

Ma come detto, NON tutti abbassano la testa, nel bene o nel male tanti stati si stanno facendo strada ed il gigante morente sta collassando.

Ed e' li il punto, ATTENTI AL LUPO quando e'affamato.

Il lupo non e' quel poveraccio di Berlusconi, che come hanno dimostrato i recenti fatti altro non e'che un pupazzo. Il lupo e'quel sistema di mercato controllato e politico che vede nella Francia e nella Germania l'estenzione del modello corrotto e cadente degli USA.

L'Italia deve riprendere la sua strada per non morire.

ITALIANI, ci sono tantissimi altri modi di fare mercato e politica, il primo per l'Italia passa attraverso una vera RIVOLUZIONE, che parte dal cacciare (non mi stanchero' mai di dirlo) la classe politica e gli imprenditori fasulli, che vede la necessita di allineare con coraggio il paese con altri mercati, e staccarsi dai moribondi.

Italiani, non credete a quello che vi dicono l'EUROPA e' uno zombie, un morto che cammina, e questo perche non ha il coraggio di prendere decisioni vere e forti, perche non e'capace di scaricare nel cesso gruppi di controllo/produttivo che guidano il vecchio continente verso la fine attraverso Francia e Germania.

O l'Europa cambia rotta, o meglio avere una crisi ORA e risollevarsi (vedi l'Argentina) che dopo, quando sara'troppo tardi.

Italiani ATTENTI AL LUPO, perche' questo lupo non cambia ne' il pelo ne' il vizio, e noi tutti siamo sul menu'.

Ricordate RIVOLUZIONE NON e'una parolaccia.

{joscommentenable}

Dal Sole24 ore:

Berlusconi: «Media e opposizione stiano tranquilli, non mi dimetto. In settimana decreto per la crescita»

Leggi l'agghiacciante articolo su quel faccia di palta:

 

Gente questo e' peggio della tigna, di qualsiasi altro monopolista al mondo, la sua facca da c#lo e' incredibile.

 Aaaaa Grillo e' inutile tirarsi le seghe o fare domande retoriche (leggere articolo del Grillo)

 

Io, mi dispiace dirlo perche sono per la pace, un modo lo ho gia detto, sta gente va presa a schioppettate dal primo all'ultimo. Il Berlusca, la bande dei fantocci della padania, ANCHE TUTTA LA CRICCA A SINISTRA.

Sono fantocci, pupazzi manovrati da quei soggetti con i soldi veri (altro che quel quaquaraqua del Berlusconi) soldi che spostano e competono con i bilianci di STATI, gente (tanto per non fare il nome) come:

  • Roman Abramovich,
  • Lakshmi Mittal,
  • Ambani's brothers,
  • Bernard Arnault

Tanto per citare alcuni di quelli che pur non apparendo in prima posizione nelle classifiche famose, sono in realta' quelli che COMANDANO, tra acciaio cibo e varie.

Nella lista mancano esponenti cinesi, non perche non ne abbia i nomi ma perche' come sapete o dovreste sapere, parte del'italia, o dovrei dire Europa e' gia in mani Cinesi, comprata attraverso il riscatto del debito.

E' inutile pensare di andare al voto democratico e di cambiare le cose. Qualsiasi cosa si faccia verra' su un altro pupazzo.

SVEGLIA!!!! Tocca andare alla radice, vogliamo una Italia libera e con lapossibilita' di riprendersi?

BENE prima cosa riprendiamoci l'Italia, affanculo la comunita' europea che di fatto ci sta schiavizzando non rinforzando, MA NON PER COLPA dell'Europa come concetto, che anzi sarebbe cosa grandiosa. Ma perche' e' stata usata da quei soggetti per manipolare e spingere i governi, gli organi di controllo, ed il credito al punto in cui siamo.

Ci aspettano tempi duri lo sappiamo, ma che almeno lo siano per un motivo vero, che ci possa riportare a galla, e non per rendere piu ricchi i gia ricchi.

Riprendersi il paese e la dignita', togliersi il giogo da schiavi cha oramai ci incatena, questo e' il punto, basta a cortei e manifestazioni di piazza.

E' ora di passare ad fare i fatti, con tutte le loro conseguenze.

 

Buona ulcera a tutti....

{joscommentenable}

Latest conferences

We have 52 guests and no members online

oracle_ace