Le nostre vacanze (in corso) del 2009

Per la serie non riusciamo a stare fermi, dopo avere lasciato Cortina per tornare ad Orbetello dopo solo 3 giorni ci siamo stufati ed abbiamo deciso di andare a trovare dei nostri cari amici. Quindi ieri 31 Luglio abbiamo preso il via ed abbiamo puntato il camper direzione Marche, destinazione Ussita.

Ci abbiamo messo un bel po (4Hr e 1/2) data la strada con un mare di curve ed il fatto che non potevamo andare veloci. Pero' una volta arrivati nella valle del Nera, devo dire che siamo rimasti sensa fiato, bella, bellissima, siamo saliti su sino ad Ussita e tra boschi la valle con il fiume le rocce insomma un paesaggio che nulla ha da invidiare alle ben piu blasonate alpi.

Nel pomeriggio passiamo vicino ad un maneggio ed io mi fermo per chiedere informazioni, ci dicono che alle 6 avrebbero fatto il battesimo della sella.

Decidiamo di andare e cosi i bambini ed anche Valeria salgono su di un cavallo per la prima volta.

Dopo decidiamo di andare a casa e cena abbondante, un po troppo abbondante ma buonissima.

La piazzola si dimostra essere molto tranquilla.

{googleSimple 7 width="600px" height="400px" zoomlevel="16" routing="1" maptype="hybrid"}

 

1 Agosto

Andiamo in macchina a farci una gita, a Castelluccio ed al pianoro vicino. Fa un caldo infernale anche se c'e' un po di vento. Il panorama e' mozzafiato, c'e' un manaeggio i bambini ci vanno un altra volta, questa volta mi avvicino un po di piu a loro. Mi mancano molto i miei e devo essere sincero ci sto pensando seriamente, se non fosse per i soldi.

Dopo cerchiamo un posto un po piu in alto e fresco dove andare per per fermarsi a fare pranzo.

 

2 Agosto

 

Ultimo giorno ad Ussita, e quindi visto che domani dobbiamo andare via ho deciso che mi vado a fare una bella passeggiata, anche da solo.

Chiedo a chi dei ragazzi & moglie vuole venire, nessuno, indi vado da solo. Itinerario previsto Ussita sentiero per il Santuario di Macereto, li mi incontro con gli altri e poi vediamo.

Parto alle 8:40 dal camper, arrivo al sentiero alle 9, si nota da subito la differenza tra i sentieri di montagna delle alpi e quelli da queste parti. I primi sono segnalati e segnati bene i secondi, fai prima a perderti che a camminare.

Comunque gambe in spalla e salgo, i primi chilometri sono tutti in salita per un dislivello abbastanza contenuto di 400 metri, il sentiero viaggia all’interno del bosco ed incontro una marea di sentierini fatti dagli animali, la maggior parte cinghiali.

Arrivo in cima abbastanza presto, non sono neanche le 10, ed il piu’ e’ gia fatto, da qui in poi e’ tutto in quota, scatto qualche foto, e decido di andare avanti per la “gran via” dei monti sibillini, che ho appena incrociato.

 

Incontro un mare di mosche e un bel po di mucche, vado avanti e in meno di 30 minuti arrivo al Santuario, a questo punto chiamo gli altri per sapere che fare, ehehe stanno ancora li a girare per le bancarelle del mercato, non si rendono neanche conto di cosa si stanno perdendo.

 

Lo spettacolo e’ bello, certo ripeto non sono le dolomiti, ma questi monti, hanno una bellezza tutta loro, sono morbidi ed aspri, dolci e pericolosi, ricchi e brulli, tutto allo stesso tempo. Insomma la sensazione e’ eccezzionale, ed a dire il vero sono contento di essere solo, me la sto godendo da morire.

Comunque vado avanti e decido di arrivare e Cupi, poco piu in la’, il sentiero a questo punto e’ largo ed agevole, lo spettacolo mozzafiato, le mucche socevoli, e chi sta meglio di me?


Arrivo a Cupi che sono le 11:30 dopo solo 2:45 di passeggiata calmissima, insomma volendo sarei potuto andare molto oltre, ed a dire il vero ho gia’ adocchiato un paio di percorsi che mi riservo di fare quando sara’ un poco meno caldo.

Infatti quello del caldo e’ un problema, se non fossi arrivato mi sarei cotto sotto il sole, e probabilmente avrei fatto meglio a partire alle 6 invece cha alle 8 cosi da essere li mooolto prima tutto con il fresco.

 

Comunque a Cupi mi raggiungono i desperados, che manco a dirlo, sono in macchina da questa mattina.

A Cupi c’e una cosetta che merita, ma merita merita merita, se si e’ amanti del formaggio. C’e’ un piccolo caseificio, che fa il formaggio buono, e con amore ed arte. Insomma, se si e’ come me che adoro il formaggio una sosta, va fatta.

 

A pranzo (io non pranzo ma loro si) ci siamo fermati al Santuario, sdraiati all’ombra mentre i ragazzi giocavano, e poi via si torna giu’.

Pero’ mentre salivamo in macchina... mi e’ venuta una repulsione per le 4 ruote che non immaginate. Lasciare quei posti in macchina, non poterli vedere allontanarsi lentamente al ritmo dei miei passi, mi sembrava un insulto.

E quindi, ragazzi scusate scendo a piedi, ci vediamo a valle. Gambe in spalla e via... ho sbagliato il sentiero, capita, sono dovuto tornare indietro per un pezzo, ma alla fine sono arrivato a valle, felice di avere fatto conoscenza con dei monti splendidi, che nulla hanno da invidiare alle piu blasonate vette alpine.

 

Inutile dire che la sera ho mangiato con mooooolto appetito. ;-)

 

Altrettanto inutile dire che ho gia in programma di tornare, e questa volta sto pianificando un giro di un giorno intero, forse due, tra quelle montagne e valli, che ripeto, sono sorprendentemente belle.

22 Luglio 2009

Siamo partiti, non per nulla ma ci eravamo un po rotti e cosi’ ... direzione dolomiti. Partenza alle 7:15 colazione al bar e poi grosseto siena -> Firenze A1 -> Bologna -> Padova ->Venezia -> Treviso ... Cortina.

 

E si Cortina.

Dopo 10 anni torno in uno dei posti che amo di piu’, dove ho passato anni bellissimi e dove sono in pratica cresciuto sin da bambino. Chissa’ forse in questo periodo cosi’ travagliato ho bisogno di ripassare attraverso luoghi a me cari. O forse semplicemente mi piace e ci sono tornato con piacere, certo senza casa e’ un altra cosa, ma in fin dei conti anche con il camper non e’ male.

{googleSimple 2 width="600px" height="400px" zoomlevel="10" routing="1" maptype="map"} 

23 Luglio...

Prima passeggiata in montagna vera per i miei cuccioli.

Siamo partiti da Passo Falzarego -> Croda Negra -> Averau -> Cinque Torri.

 

Niente di eccezzionale ma in fin dei conti neanche male per i bambini.

Per me e’ stato bellissimo poter portare loro a fare la escursione, guidarli pe ri “miei” sentieri, insomma ero contento e loro (qualche piccola lagna a parte) sono stati bravissimi.

 

Per quanto mi riguarda, mi fa un po impressione vedermi nelle foto dopo la passeggiata, il tempo passa e si vede! Se dovessi dirla tutta mi vedo un bel po bolso ed invecchiato, insomma uno schifo... pero’ non si puo tornare a 20 anni anche se mi piacerebbe (solo il fisoco pero’ la testa va bene cosi!).

 

24 Luglio ...

Oggi ci siamo fatti una passeggiata semplice ma bella,

 

partenza dal Cristallo e giu verso la valle ed il bosco in direzione di Ospitale.

Nulla di che come difficolta’ ma insomma sono 4 hr di cammino piacevole ed immersi in una natura fantastica, a Vale e’ piaciuta molto ai bambini un po meno.

Io come al solito contento ... ma bolso ed invecchiato, ma non c’e una macchina per riportarci un po indietro tipo a 26 anni?

 

 

 

25 Luglio

passeggiata al picco d’Aial, nel vosco salite e discese, insomma bella, un po di stress per i ragazzi ma insomma e’ ok.

 

26 Luglio

FANTASTICA passeggiata, salita ai Tondi poi col Tondo, forcella -> ghiaione sentiero 213 o 231 non ricordo scesa per tre croci/rio gere, poi ritorno a Cortina a piedi insomma 9 ore di passeggiata, tanto devo dire.

I ragazzi erano morti Valeria pure io no ehehe.

Comunque e’ stata l’ultima visto che il 27 siamo tornati giu... insomma e’ stato bello ma meglio non tirare troppo la corda con i ragazzi.


{joscommentenable}

E va bene ce l'abbiamo fatta e siamo partiti. Prima tappa Orbetello - Porto Ercole. Come al solito insomma e' il posto dove noi ci si rifugiamo quando siamo in difficolta', o stanchi, oppure insomma quando qualcosa non va'. E di cose che non vanno a dire il vero ce ne sono una marea.

Comunque il mare, come al solito, e' stupendo, la spiaggia non molto pulita...

Una cosa strana che ci e' accaduta e' che come al solito quando siamo arrivati sulla spiaggia abbiamo trovato decine di casette fatte di tronchi. Poi il giorno dopo sulla siaggia e' apparso un trattore, una ruspa, ed un trincia tronchi. Risultato? Hanno tolto tutte le casette, devastando una delle cose che secondo me rendono caratteristica questa spiaggia.

Stiamo cercando di recuperare un po anche se le preoccupazioni non le puoi lasciare.

Ieri siamo andati a vedere l'ultimo film di Harry Potter, devo dire che mi e' piaciuto molto di piu dei precedenti. Sia per la trama che la realizzazione effetti speciali inclusi.

Ma torniamo alla vacanza, per ora non c'e' molto da dire a parte che come previsto il fine settimana si riempie di gente, per la maggior parte cannibali, ma come dire il nocciolo duro regge, e siccome comunque si sta con persone decenti la marea non ci tocca piu di tanto.

L'intenzione e' comunque di muoversi a breve...

La cosa che abbiamo notato pero' e che durante la settimana il posto (Orbetello e Porto Ercole) e' vuoto, poche persone, ed anche non molto educate. E questo a prescindere il tipo sociale.

Anche li dove noi ci fermiamo per dormire, ha un'aria diversa, insomma qualcosa non gira per il verso giusto e si vede.

 

20 Luglio 2009

Fortunato

 

Siamo ancora qui sulla spiaggia, ma oggi abbiamo avuto un piccolo imprevisto.

Mentre eravamo tranquilli ed ogniuno di noi intento nelle sue attivita’, abbiamo visto un gabbiano galleggiare, e sin qui tutto ok, l’evento che mi ha fatto schizzare come un molla, e’ stato quando il suddetto si e’ rovesciato per colpa di una onda.


Sono corso in acqua e lo ho tirato fuori, abbiamo cercato di accudirlo al meglio, abbiamo anche chiamato la forestale e poi visto che non c’era molto da fare con loro (1515) abbiamo chiamato un centro di raccolta/salvataggio che ci ha dato delle istruzioni per aiutarlo.

Quindi acqua da bere, pane bagnato etc..

Fortunato (il gabbiano) un poco si e’ ripreso, e tra coccole, carezze qualche schiamazzo ed un paio di beccate lo abbiamo portato nel pomeriggio alla caserma della forestale.

 

Li’ e’ stato preso in consegna da uno del corpo che lo avrebbe portto all’oasi WWF, non sappiamo che fine abbia fatto, ma noi lo vogliamo pensare salvo, ed in buona salute che vola sul mare della toscana.

 

Mentre ci auguriamo di tutto il cuore, che il proprietario del motoscafo che lo ha investito, si trovi in panne nel mare con il motore rotto o senza benzina.

 



{googleSimple 1 width="600px" height="400px" zoomlevel="10" routing="1" maptype="map"}
{joscommentenable}

Latest conferences

We have 148 guests and no members online

oracle_ace